• 25 mar 2021 -

Questo è il nostro Grazie!


Fare i bilanci è sempre un’attività complessa, tanto più ad un anno esatto dall’inizio di questa emergenza sanitaria ed economica che purtroppo non ci lascia ancora.

L’intento di questa newsletter è molto chiaro: ci teniamo a farvi entrare nel vivo di ciò che Gefar gestisce, coordina e porta avanti ogni giorno; nel vivo di ciò che ha fatto ogni giorno del 2020 e che continua a fare.



 

 

Di cosa ci scusiamo?

 

Sicuramente nel 2020 ci sarà capitato di non essere stati presenti con voi come in passato ma, giusto per darvi un dato, ognuno di noi ogni mattina aveva mediamente 30 nuove mail da leggere; di conseguenza non siamo stati tempestivi con le migliaia di corrispondenze in arrivo.

Le linee telefoniche erano spesso occupate.

Non siamo stati abbastanza propositivi ma ce l’abbiamo messa tutta.

Ne avremmo fatto volentieri a meno di quantificare in fattura le pratiche di Cassa Integrazione: ci abbiamo provato regalando a tutti la prima attivazione, pensando che fosse anche l'ultima, ma non potevamo per un anno continuare a lavorare su adempimenti straordinari gratuitamente. Ogni adempimento fatturato è stato scontato al limite e ci è stato utile soprattutto per poter continuare a garantire la nostra assistenza.

 

 

Cosa abbiamo fatto per starvi vicino?

 

Abbiamo interpretato e attuato le norme previste dai continui DPCM per dare indistintamente ossigeno a tutti.

Abbiamo assunto personale in un anno terribile come il 2020.

Abbiamo attivato nuovi canali di comunicazione.

Per ogni pratica di cassa integrazione abbiamo contattato ogni cliente, uno ad uno, e insieme definito la giusta strada da percorrere.

Siamo andati incontro ai problemi economici evidenziati da molti di voi, decidendo insieme di come e di quanto prorogarvi i pagamenti.

Abbiamo cercato sempre di tenere i nervi saldi nonostante le enormi difficoltà e nonostante il carico di lavoro costante; eppure non vi nascondiamo di aver vissuto momenti non semplici anche dentro lo studio perché ognuno di noi sente il grande senso di responsabilità nei vostri confronti, affiancato alle proprie preoccupazioni personali e familiari in un simile momento storico.

 

Di cosa vi ringraziamo?

 

Per fortuna sono pochissimi quelli che non hanno capito che dentro il nostro Studio non cerano solo dei computer ma soprattutto delle persone che hanno da subito messo a fuoco quanto sarebbe stato difficile il 2020: e lo hanno dimostrato con i fatti, impegnandosi senza limiti anche oltre il richiesto. 

Ancora c'è tra i nostri clienti chi non ha capito quanti adempimenti preveda una pratica di CIG, quanti ammortizzatori diversi per ogni tipo di azienda ci siano e che ogni attivazione o proroga prevede unintera procedura.

Abbiamo destinato 3 nostre persone solo a gestire esclusivamente queste pratiche e non è certo colpa nostra se il sistema Stato” non ci ha agevolato in nessun modo.

 

Siamo convinti di avere dato il massimo così come siamo convinti che ci sia sempre da imparare per migliorare nei servizi che offriamo.

 

Il nostro, intanto, è un grazie.